TOP

Ricette tramandate fino a noi da zie
e nonne e altre più recenti.

Liquore al miele



Ingredienti: 500 g. di miele di acacia - ½ litro di acqua vite (grappa) - ½ litro di acqua - 1 pezzetto di cannella - 1 stecca di vaniglia

Preparazione: Mettere la cannella e la stecca di vaniglia in un vaso di vetro, versare l’acqua vite, chiedere il vaso e lasciare tutti in fusione per 15 gg. In una casseruola mettere l’acqua e il miele, mescolare e porre sul fuoco e portare a ebollizione. Far cuocere a fuoco dolce finché lo sciroppo sarà ridotto di metà del suo liquido Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire, aggiungerlo all’acqua vite aromatizzata, chiudere nuovamente il vaso di vetro e far macerare il liquore per 8 giorni agitando il recipiente una volta al giorno. Trascorso il tempo filtrare il tutto e imbottigliare.

Pane al miele

Ingredienti: 400 gr di farina - 400 g di miele - 3 uova (2 intere 1 solo il rosso) - 60 gr di burro - 1/2 bicchiere di latte - 10 gr di bicarbonato - 2 limoni (1 succo e due bucce grattuggiate)

Preparazione: Sciogliere il burro nel latte in un pentolino fino ebollizione, togliere dal fuoco aggiungere il miele facendolo sciogliere e lasciare raffreddare. Versare la farina in una terrina e man mano incorporare il latte ottenuto, il succo e la buccia dei limoni, le uova sbatture e il bicarbonato. Versare in una teglia e informare a 160/180 gradi per 45 minuti.

Leggi altre ricette...


Da dove arrivano i nostri mieli

1

Valle Stura e Alpi marittime

Miele di castagno, di tarassaco, di rododendro dal vallone di Sant'Anna di Vinadio (il Santuario più alto d'Europa) e miele millefiori di prateria di montagna.

2

Langhe e Monferrato

Miele di acacia raccolto nei territori dichiarati Patrimozionio dell'umanità dall' UNESCO e dalle colline rinomate e conosciute in tutto il mondo per i propri pregiati vitigni.

3

Altre zone

Occasionalmente, quando il clima e le condizioni delle api lo permettono sono possibili raccolte di fioriture di Tiglio e millefiori di prateria da altre valli montane del Piemonte e dalle colline toscane. Sempre a seconda delle condizioni annuali che ci riserva la natura (sole, precipitazioni, temperature) è possibile anche trovare tra i nostri raccolti la melata di Langa e di montagna.